In Italia ci sono stazioni….e stazioni…la differenza tra Cuneo e Como

In Italia ci sono “stazioni” e “stazioni”. Lo stato pietoso in cui si trova Como San Giovanni è sotto gli occhi di tutti e spesso ci siamo soffermati anche noi nell’evidenziare le lacune. La cosa particolare è che, invece, pur limitata nei servizi, questa stazione continua ad operare. In altre località ci sono manufatti che invece non sono più utilizzati ma che si presentano ben conservati a tal punto che fanno invidia alla situazione comasca. Eccovi un esempio: la stazione di Cuneo Gesso, la più antica stazione ferroviaria che serve la città di Cuneo posta sulla linea per Mondovì e che prende il nome dal torrente Gesso.

La stazione fu aperta nel 1855 al completamento della linea proveniente da Fossano. Dopo alcuni decenni fu raggiunta da ulteriori linee ferroviarie: nel 1887 furono attivate le linee per Limone e per Mondovì, nel 1892 la linea per Saluzzo. La completa apertura all’esercizio della Cuneo-Ventimiglia (che la Regione Piemonte vorrebbe chiudere per evidenti problemi economici di bilancio, contro questa decisione è vivace il dibattito sulla stampa locale), avvenuta il 30 ottobre 1928 causò alla stazione problemi logistici non indifferenti sia per i viaggiatori che per il materiale rotabile.

Cuneo stazione GEsso (2)Il vecchio deposito (1864) divenne ben presto insufficiente per ospitare le locomotive della nuova linea, inoltre, nonostante il compimento nel 1930 del fabbricato viaggiatori, l’allacciamento della nuova stazione sull’altipiano era ancora molto lontano a causa del forte ritardo accumulato nella costruzione del grande viadotto promiscuo sul fiume Stura.Questa situazione portò le FS a costruire in tutta fretta una nuova rimessa nella stazione Gesso, trovando lo spazio al di là del terrapieno della strada per Mondovì, che venne sottopassato con un arco con sagoma a doppio binario.

Successivamente, il 7 novembre 1937, venne aperta la nuova stazione di Cuneo, posta ad ovest del centro cittadino che nel frattempo si era allargato rispetto ai suoi antichi confini, e collegata con il nuovo deposito locomotive realizzato sul lato destro della Stura. Cuneo Gesso perse rapidamente importanza, restando attiva solo come punto di fermata delle linee per Mondovì e per Boves, quest’ultima chiusa al traffico nel 1960. E per gli appassionati ecco ora qualche altra caratteristica. L’adozione della trazione elettrica a corrente alternata trifase sulla Cuneo-Ventimiglia (dal 15 maggio 1931) comportò il superamento di una complicazione tecnica nella posa dei cavi di trazione sul piazzale della stazione, i cui stretti marciapiedi non consentivano l’interramento dei pali. Il problema venne risolto ricorrendo ad un sistema di sospensione trasversale che copriva l’intera larghezza del piazzale sorretto alle estremità da robusti tralicci. Nonostante la chiusura all’esercizio della linea Cuneo-Boves-Borgo San Dalmazzo, avvenuta il 18 luglio 1960, la stazione Gesso mantenne l’elettrificazione trifase fino al settembre 1973, quando il sistema di trazione della linea Fossano-Cuneo passò alla corrente continua. Successivamente la linea aerea venne smontata.

Cuneo stazione GEsso (3)Da segnalare che nel 1941 da questa stazione (come ricorda una lapide) partirono gli alpini della Brigata Cuneense per la Campagna di Russia.

Come si vede dalle immagini, comunque, lo stabile di Cuneo Gesso si presenta ben conservato…tutta un’altra cosa rispetto a Como San Giovanni

 

One thought on “In Italia ci sono stazioni….e stazioni…la differenza tra Cuneo e Como

  1. Luigi ha sentito ieri sera Luca e lo sollecitato a riprendere il problema del potenziamento delle linee ferroviarie presenti in città. Propongo di presentare insieme un piccolo documento alla giunta sullo stato delle infrastrutture ferroviarie, le proposte di riattivazione della linea cantù/como con un potenziamento delle frequenze, le proposte di studio di nuove stazione (S. Abbondio e Autosilo S, Anna). Io vedo la Gerosa il 7 maggio alle 10,00 per una visita concordata con la direttrice dell’Inail di Villa Giovio (se tu fossi libero ti invito) e nell’occasione le farò presente tali necessità.

Rispondi a Mauro Porcelli Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...