Trasporti ed energie rinnovabili non vanno d’accordo

highspeedtrainGse (Gestore dei servizi energetici) ha pubblicato il proprio rapporto statistico sul settore elettrico nell’Europa a 27. I dati, basati su quanto gli Stati membri inviano annualmente a Eurostat, sono aggiornati al 2010 e risultano quindi superati dai fatti (basti pensare all’impennata che hanno avuto le rinnovabili negli ultimi due anni), tuttavia sono gli ultimi dati ufficiali utilizzabili per il calcolo dei target europei al 2020. Lo studio fornisce anche uno spaccato sui primi sette Paesi europei produttori di energia elettrica: Francia, Germania, Italia, Polonia, Regno Unito, Spagna e Svezia, che, insieme, rappresentano il 75% della produzione elettrica europea.

La crescente incidenza delle fonti pulite
Secondo il rapporto, la produzione lorda di elettricità è cresciuta di poco dal 2000, per arrivare 3.340 TWh nel 2010. A cambiare molto, però, sono stati i pesi delle diverse fonti di generazione. La potenza installata netta conferma questo dato: se nel 2000 quella rinnovabile era circa il 18,8% del totale (pari a 695 GW di installato), dieci anni più tardi si è difatti arrivati al 30% (su 870 GW). A perderci, nel decennio, sono stati tanto il nucleare (passato dal 20 al 15,8% del totale), quando le fonti convenzionali, cioè le fossili più i pompaggi idraulici (da 60,4 a 54,2%).
All’interno delle fonti pulite, dal 2000 al 2010 ha perso molto terreno l’idroelettrico, sceso dall’82 al 42% della potenza rinnovabile, mentre sono decollati l’eolico (dal 10 al 34%), il solare (cresciuto dal nulla a oltre il 12%) e le bioenergie (dal 6,8 all’11,6%). Il principale agente energivoro nel Vecchio Continente è l’industria, che nel 2010 ha richiesto 1.146 TWh di elettricità, seguita dal terziario (910 TWh), dal comparto domestico (843 TWh) e dall’agricoltura (50 TWh). In totale, due anni fa ai consumi finali europei sono confluiti quasi 2.950 GWh, mentre circa 682 TWh sono andati in export, perdite, servizi ausiliari, pompaggi.

Quanto ci separa dagli obiettivi europei
Nel 2010, osserva il Gse, la quota di consumi energetici finali lordi europei soddisfatti con le fonti rinnovabili (compresi calore, trasporti e perdite di trasmissione) è stata pari al 12,5% grazie proprio alle rinnovabili elettriche, arrivate a garantire quasi il 20% dell’elettricità, mentre molto meno bene si comportavano i trasporti, fermi al 4,7%, e il riscaldamento-raffrescamento (14,3%). L’obiettivo europeo del 20% garantito dalle fonti pulite appariva dunque lontano, ma già due anni fa il trend crescente delle energie pulite si era comunque pienamente manifestato: per comprenderlo, basta osservare che nel 2005 il dato era fermo all’8,5%.

Luci e ombre dell’Italia
E l’Italia? Per quanto riguarda la quota di Fer (Fonti di energia rinnovabile) sul totale energetico, nel 2010 eravamo a poco più di metà strada rispetto al target del 2020, secondo cui il 17% dei consumi finali lordi deve essere soddisfatto con fonti pulite. Molto meglio figuravamo nel solo settore elettrico dove l’obiettivo del 26% appariva già molto vicino. Obiettivo che, nel frattempo, abbiamo peraltro centrato.
Le fonti rinnovabili, dice il rapporto del Gse, ricoprono un ruolo di primaria importanza nella composizione della produzione nazionale, pari al 25%. Solamente in Svezia e in Spagna, tra i grandi produttori di elettricità europei, l’incidenza delle Fer nel 2010 risultava più elevata. Certo resta il limite storico dell’Italia: il nostro Paese, che non è l’unico a importare più energia di quanta ne esporti, è tuttavia quello che ha la più marcata dipendenza dall’estero. Per l’elettricità, su un totale di richiesta pari a 330 TWh nel 2010, le importazioni nette sono state circa il 13%.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...