Verso il primo centenario della Grande Guerra

PiaveL’ormai prossima commemorazione del centenario della prima guerra mondiale (1915-2015) offre l’occasione per riscoprire la Frontiera Nord, la popolare “Linea Cadorna”, un sistema di beni culturali unico nel suo genere, e tra i più belli ed  interessanti del nostro territorio regionale. Un bene, meglio un florilegio di valori ambientali e storico culturali, tanto ampio e diffuso quanto tuttora poco conosciuto, raccontato e visitato. Eppure si tratta di un complesso di opere militari immenso, fitto di forti, postazioni, trincee, gallerie, sentieri e strade militari, realizzato dal popolo lombardo nei primi due decenni del Novecento per proteggere il confine italiano, lungo crinali, su terrazze naturali, verso laghi e prati di fondovalle, dalla Val d’Ossola fino al Passo dello Stelvio. Continua a leggere

Annunci

Como Nord Camerlata: la Regione confermi il personale nella stazione e garantisca la sicurezza

Como NOrd Camerlata“La Regione garantisca la presenza di personale nella stazione di Como Nord Camerlata”. E’ la richiesta lanciata dal consigliere regionale Luca Gaffuri all’indirizzo dell’assessore regionale alle Infrastrutture Maurizio Del Tenno per garantire la sicurezza dei tanti giovani studenti che frequentano abitualmente la stazione ed evitare che si ripeta lo spiacevole episodio accaduto sull’autobus di Pellio Intelvi e per mantenere il servizio di biglietteria a servizio della numerosa utenza”. Continua a leggere

Autunno caldo sul confine

doganaPubblicato su “Il Settimanale della Diocesi di Como” N° 36 del 28 settembre 2013

Non è certo un periodo di rapporti sereni, questo, per i lavoratori e l’economia frontaliera. Gli attacchi da una parte e dall’altra del confine, infatti, si susseguono. Continua a leggere

Pulizia treni: migliorla si può e si deve, tagliarla no

trenordSiamo venuti a conoscenza di questa lettera che pubblichiamo e diffondiamo:

Egregio Ing. Luigi Legnani,
la sua nomina ad Amministratore Delegato di “Trenord” il 28 Dicembre 2012, è stata giustamente salutata con favore e con sollievo. Finalmente una persona onesta e competente chiamata a dirigere “Trenord”. Continua a leggere

Arcisate-Stabio, arsenico anche in Ticino

il progettPiccole dosi di arsenico naturale sono state rilevate anche nel terreno di scavo sul versante svizzero dei lavori per la ferrovia Arcisate-Stabio-Mendrisio. Lo ha affermato la Ministra dei trasporti elvetici Doris Leuthard, rispondendo ad una precisa richiesta del parlamentare ticinese Fabio Regazzi. Continua a leggere

990 milioni di franchi per ampliare il San Gottardo

Treno merciL’asse ferroviario del San Gottardo deve essere adattato al trasporto di semirimorchi con un’altezza agli angoli di 4 metri per agevolare il trasferimento delle merci dalla strada alla ferrovia. Il Consiglio degli Stati ha deciso di stanziare 990 milioni di franchi per intervenire in questo senso. Oltre un quarto del totale – 280 milioni, ossia 50 milioni in più del previsto – è destinato a lavori su territorio italiano. La somma comprende anche 10 milioni di franchi per l’adeguamento della vecchia tratta del Ceneri, il cui stanziamento è stato accolto con 26 voti contro 10. Quest’ultima proposta, contestata dalla commissione preparatoria e temuta in Ticino, era sostenuta dal governo, che vede nel terminal di Lugano Vedeggio un possibile ripiego in caso di ritardi da parte italiana nella costruzione di un terminal per il traffico combinato nella zona di Milano. Gli oppositori ritengono che si tratti di un cattivo segnale lanciato nei confronti della vicina Penisola. Più in generale, nessuno ha contestato la necessità di adattare il corridoio nord-sud, visto l’atteso aumento del traffico merci, che dovrebbe crescere del 50% entro il 2030 dopo l’apertura della galleria di base del San Gottardo. Continua a leggere