Como Nord Camerlata: la Regione confermi il personale nella stazione e garantisca la sicurezza

Como NOrd Camerlata“La Regione garantisca la presenza di personale nella stazione di Como Nord Camerlata”. E’ la richiesta lanciata dal consigliere regionale Luca Gaffuri all’indirizzo dell’assessore regionale alle Infrastrutture Maurizio Del Tenno per garantire la sicurezza dei tanti giovani studenti che frequentano abitualmente la stazione ed evitare che si ripeta lo spiacevole episodio accaduto sull’autobus di Pellio Intelvi e per mantenere il servizio di biglietteria a servizio della numerosa utenza”.

“I lavori di ristrutturazione della stazione di Como Nord Camerlata sono terminati – spiega Gaffuri – si è provveduto a rinnovare le banchine e la sala d’aspetto per i viaggiatori, è stato realizzato un sottopasso tra i binari con i relativi ascensori. Ferrovie nord, controllata indirettamente da Regione tramite FNM, ha deciso che il personale ora di stanza a Camerlata verrà dislocato in altre stazioni lasciando così la struttura, dopo il restyling, incustodita e alla mercé dei vandali.  La sicurezza verrà garantita a distanza dalla centrale operativa collocata nella stazione di Saronno cui spetterà mobilitare gli interventi qualora si producano situazioni d’emergenza nella stazione o al passaggio a livello di via Scalabrini”.

Lo spostamento del personale da Camerlata, inizialmente previsto per il 2014, avverrà in realtà dal 1° ottobre. Questa decisione avrà delle ripercussioni anche sul servizio biglietteria e di assistenza alla clientela attualmente garantiti dal personale di Ferrovie Nord. “In futuro chi dovrà acquistare un titolo di viaggio non potrà che servirsi dell’unica emettitrice automatica presente – sottolinea Gaffuri -. Camerlata è già ora una stazione intensamente frequentata da un gran numero di viaggiatori specialmente dai pendolari diretti a Saronno, Milano e nella parte meridionale della provincia di Como e gli studenti diretti alle scuole superiori Giovio, Ripamonti, Magistri Comacini”.

La decisione di Ferrovienord contrasta con il previsto intervento di unificazione, grazie a fondi europei, delle stazioni a Camerlata con lo spostamento dello scalo di RFI a fianco di quello di FNM e la realizzazione di un parcheggio di scambio con gli autobus di linea e di un’area di sosta per i veicoli privati. “Un progetto  – continua – capace di creare, in connessione con la tangenziale in costruzione, un polo strategico per la mobilità delle persone nell’area dei quartieri meridionali di Como e dei comuni limitrofi. La decisione di Ferrovie Nord, di lasciare non custodito lo scalo, contraddice totalmente la logica di sviluppo che deve riguardare anche il servizio ferroviario a Camerlata”.

Il consigliere Gaffuri annuncia quindi la presentazione di un’interrogazione all’assessore Del Tenno per capire le intenzioni della Giunta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...