El Alamein: arriva dal comasco la richiesta di illuminare il sacrario dei caduti italiani

Sacrario El AlameinIl Ministero della Difesa – Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti in Guerra, esaminerà la proposta inoltrata dal sindaco di Cernobbio, Paolo Furgoni. Lo scorso mese di luglio, in seguito alla sollecitazione effettuata da parte del Capitano di Artiglieria e Presidente Emerito della Sezione Combattenti e Reduci di Cernobbio, Mario Riva, unitamente al Sottotenente di Cavalleria “Cavalleggeri di Lodi” e CAUC di Capo Teulada, Dott. Giulio Isola, Sindaco emerito della cittadina alle porte di Como, l’Amministrazione Comunale richiese di dotare di un impianto di illuminazione notturna il sacrario di El Alamein dedicato ai  Soldati Italiani caduti e dispersi nella fase decisiva della campagna d’Africa nel 1942. Lo scontro bellico, che si articolò in tre distinte fasi di combattimenti, ebbe inizio il 22 giugno per concludersi infatti solo il 3 novembre nel 1942. Nella prima fase della battaglia l’VIII armata dell’esercito britannico agli ordini del generale Neil Montgomery bloccò l’avanzata delle forze italo tedesche, comandate dal feldmaresciallo Erwin Rommel, per poi passare all’offensiva. Il successo britannico in questa battaglia segnò il punto di svolta nella campagna del maggio 1943 con la resa delle forze dell’Asse in Tunisia.  Il sacrario militare italiano di El Alamein si trova in Egitto lungo la strada litoranea che congiunge Alessandria d’Egitto con Marsa Matruth. Il sacrario fu eretto nell’area occupata dal cimitero italiano dal governo italiano tra il 1954 ed il 1958 a ricordo dei caduti italiani della prima e seconda battaglia (che si svolse tra la fine di agosto ed i primi di settembre del 1942) su progetto di Paolo Caccia Dominioni, già comandante del 31º Battaglione Guastatori del Genio impiegato sul fronte di El Alamein nel 1942.

Nella richiesta inoltrata dall’Amministrazione cittadina direttamente al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano che ha provveduto ad informare i responsabili del Ministero della Difesa – Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti in Guerra, si evidenzia come l’adiacente Sacrario dedicato ai caduti tedeschi sia illuminato e di come sarebbe sufficiente un piccolo sistema fotovoltaico per ovviare a tale situazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...