III Giornata della sicurezza stradale: nel Comasco 33 decessi nel 2012

incidente-stradalePubblicato su “Il Settimanale delle Diocesi di Como” del 30 novembre

Le statistiche evidenziano come la Lombardia faccia registrare dati meno tragici rispetto agli anni scorsi per ciò che concerne gli incidenti stradali ma a Como si rivela uno dei territori più pericolosi della Lombardia con 33 decessi e ben 2.429 feriti nel 2012. Praticamente un morto sulle strade ogni dieci giorni. Sono questi i dati presentati la scorsa settimana in occasione della “III Giornata della sicurezza stradale”, appuntamento organizzato da Regione Lombardia in collaborazione con Éupolis presso l’Auditorium di Palazzo Lombardia. Incontro al quale è intervenuta anche l’assessore a Protezione Civile, Sicurezza e Immigrazione di Regione Lombardia Simona Bordonali che ha rilevato come: “I lavori del convegno sono stati estremamente utili: hanno fornito l’opportunità di analizzare concretamente i dati sull’incidentalità e di avanzare proposte per diminuirne gli effetti”. I dati elaborati dall’Istat e relativi al 2012 mostrano come l’indice dei morti sulla strada sia di 61,2 ogni milione di abitanti a livello nazionale e di 55,1 in Lombardia. A livello provinciale, l’indice di mortalità sul numero di incidenti vede Lodi al primo posto (3,77%) mentre il dato di Como è fortunatamente più basso ‘1,91%). In ogni caso sono stati 1.727 gli incidenti che si sono verificati nel 2012 con un bilancio, come detto, di 33 morti e di 2.429 feriti. 187 sono stati i pedoni ad essere coinvolti, tre dei quali deceduti. Nel 73% dei casi a travolgere i pedoni sono state automobili. Gli incidenti che hanno visto coinvolti auto e “centauri della strada” sono stati invece 145 (due i decessi). Como e la sua Provincia, inoltre, si collocano al secondo posto nel territorio regionale per quanto concerne la giovane età delle vittime. Sette i giovani in età compresa tra 18 e 24 anni deceduti l’anno scorso mentre il 21% degli incidenti ha visto protagonista neopatentati o comunque possessori da meno di sei anni della licenza di guida. All’origine dei sinistri, la maggior parte dei quali verificatisi nelle strade urbane (64%), soprattutto la guida in stato di ebbrezza e l’alta velocità. 325, invece, gli incidenti che hanno coinvolto persone che hanno superato i 65 anni di età. “Occorre pianificare interventi indirizzati al contrasto delle specifiche criticità, anche attraverso un’intesa con le Province e i Comuni. È vero che il numero di vittime della strada si è dimezzato negli ultimi 10 anni in Lombardia, ma finché il dato non raggiungerà lo zero, non potremo parlare di situazione positiva” ha commentato l’Assessore Bordonali che poi ha illustrato come intende intervenire su questo argomento Regione Lombardia: “La Regione intende attivarsi per rimuovere le problematiche legate alle infrastrutture, troppo spesso concausa di un numero frequente di incidenti – ha precisato l’assessore -. Inizieremo dall’analisi del lavoro svolto dal centro di monitoraggio regionale, che ha elaborato una mappatura dei tratti stradali più a rischio”. L’ente regionale vuole inoltre farsi promotore di una puntuale attività di prevenzione ed educazione stradale, con una particolare attenzione rivolta alle giovani generazioni, e di una più capillare serie di controlli grazie alla presenza sul territorio degli agenti di Polizia Locale. “Sotto il profilo repressivo – ha infine sottolineato l’Assessore lombardo alla Sicurezza – credo che sia necessario accelerare l’iter per approvare la proposta di legge per l’introduzione del reato di Omicidio stradale, che prevede per chi si mette alla guida senza esserne in condizione, quindi drogato o in stato di ebbrezza, una condanna adeguata al danno che provoca con il proprio comportamento. Si tratta di una misura volta a garantire una pena equa e commisurata al reato commesso”. (Luigi Clerici)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...