Diario di Cento Anni fa…25 Novembre 1914

DiarioEra un mercoledì:

Fronte orientale – Polonia: proseguono i combattimenti a Łódź. Dopo il primo tentativo tedesco di accerchiare la città, tre divisioni tedesche rischiano di essere a loro volta accerchiate. Si liberano però dalla trappola russa portando con sé 16.000 prigionieri.

Galizia: duelli di artiglieria proseguono a Przemysl. La I e la IV armata Austro-ungheresi concludono la loro offensiva in cui hanno catturato 26.000 prigionieri di guerra dal 16 novembre. Hanno comunque registrato 55.000 vittime.

Carpazi: la divisione Cosacca dell’esercito russo incomincia ad effettuare incursioni in Ungheria.

Fronte occidentale – Francia: l’artiglieria tedesca bombarda Arras.

Fronte meridionale – Montenegro: la marina francese è costretta dalle circostanze a retrocedere dal paese balcanico lasciando al suo esercito 4 cannoni navali.

Fronti africani – Sud Africa: soldati britannici ribelli si nascondono nel deserto del Kalahari . 580 di loro raggiungono Nakob e Mantz.

Politica – Viene aggiornato il trattato turco-tedesco mentre il governo di Santo Domingo dichiara la propria neutralità riguardo il conflitto in corso.

Fronti interni – Gran Bretagna: il primo consiglio di guerra sulla politica generale di guerra e di pianificazione delle pratiche ritiene un’invasione tedesca del paese “improbabile”. Russia: si costituisce, con l’accordo di Pietroburgo, il Consiglio nazionale polacco a Varsavia che afferma, nel suo manifesto, come la Germania debba essere sconfitta. La gendarmeria di Minsk riferisce attività di cellule bolsceviche in più unità, soprattutto in battaglioni ferroviari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...