Sarà posata una lapide a Como in ricordo degli Schiavi di Hitler

Resistenza europeaIl Comune di Como ha dato il via libera alla posa della lapide commemorativa agli schiavi di Hitler. L’inaugurazione si terrà il 25 aprile nell’ambito della cerimonia per il 70° della Liberazione, a Como, presso il Monumento alla Resistenza Europea a partire dalle ore 10.30.

Si tratta di un risultato importante inseguito per anni, che ha incontrato la sensibilità dell’attuale amministrazione comunale.
Importante perché accoglie pienamente la Resistenza degli Internati militari nell’ambito della Resistenza ai fascismi e alla guerra, riconosce lo sfruttamento schiavistico di militari e civili e li affianca alle vittime della deportazione politica e razziale e ne unisce le voci a quelle dei condannati a morte di tutta Europa, ricordati dal Monumento alla Resistenza europea. Inaugurato il 28 maggio 1983 dal Presidente della Repubblica Sandro Pertini è simbolo di ideali che travalicano i confini, le lingue, le razze oltre ad essere una pregevole opera architettonica immersa nel verde dei giardini a lago.

A cento anni dalla firma del Patto di Londra il Corsorzio Forestale Lario Intelvese interverrà a sistemare la strada per il Bisbino

BISBINO-1Per proteggersi da eventuali aggressioni, che avrebbero potuto sfruttare la neutrale Svizzera, i vertici militari del Regno d’Italia idearono, ed attuarono a tappe a partire dal 1871, il sistema difensivo denominato “Oc­cupazione Avanzata Frontiera Nord” le cui opere, nel territorio comasco, vennero realiz­zate soprattutto fra il 1916 ed il 1917. Il monte Bisbino, in territorio di Cernob­bio, rappresenta l’altura più significativa del comprensorio prealpino lariano e venne immediatamente considerata baluardo di fondamentale importanza di questo sis­tema difensivo che si estendeva dalle valli dell’Ossola ai passi delle Alpi Bergamasche. Ecco così che, a partire dal 1904, il Genio Militare realizzò l’attuale strada carrozzabile che conduce in vetta, intitolandola a re Vittorio Emanuele II: dodici chilometri dalla frazione di Rovenna alla vetta, contrassegnati da cippi, con ben 25 tornanti. Continua a leggere