Un mito…una storia: Chirone

centauroCentauro, figlio del titano Crono e di Filira, figlia dell’Oceano. Al contrario degli altri centauri è di carattere mite e versato in molte scienze. Visse a lungo in una grotta del Monte Pelio in Tessaglia, poi si trasferì a Capo Malea, nel Peloponneso. Si racconta che Chirone ripensava con nostalgia al passato, quando aveva allevato tanti famosi figli di dei, insegnando loro la medicina, la musica, l’astronomia.

Uno zoccolare rapido lo strappò ai ricordi: su per le selve, correva a scatafascio un gruppo di centauri impazziti dal vino. Urlavano e lanciavano dardi contro un giovane, Ercole. Chirone trottò deciso verso l’eroe per aiutarlo. Anche lui era stato suo allievo. L’eroe si girò, sfrecciò sul centauro Elato. Lo colpì: il dardo ne trapassò il corpo e, purtroppo, andò a conficcarsi in un ginocchio del sopravvenente Chirone. Il vecchio traballò e cadde. Gli altri centauri scapparono da tutte le parti. Ercole corse dal ferito. Purtroppo quella non era una freccia normale, ma una di quelle bagnate nel velenoso sangue dell’Idra di Lerna. Un veleno senza antidoto. Chirone, immortale, si abbandonò sull’erba: il veleno dell’Idra poteva, infatti, ucciderlo. Ercole proteste le braccia al cielo e supplicò Zeus di salvare il saggio Chirone.

Nel sereno azzurro guizzò una folgore: Zeus acconsentiva. Il corpo del centauro ferito era scomparso. Chirone era salito in cielo e lassù sarebbe rimasto. C’è ancora dicono i miti: è la costellazione del Sagittario.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...