Diario di guerra 1915-1918 / 40^ settimana

XXXX settimana – avvenimenti fino al 26 febbraio 1916

La cronaca della guerra questa settimana è ricca di avvenimenti importanti: l’occupazione austriaca di Scutari d’Albania, di Andivari, di Dulcigno e di quasi tutto il Montenegro e la grave sconfitta inflitta dai russi ai turchi in Armenia. Sul nostro fronte soliti attacchi e controattacchi. Una offensiva austriaca nella zona di Gorizia fu subito fermata dai nostri. Anche in Francia i Tedeschi hanno tentato l’offensiva ma furono fermati. Per vendetta si organizzarono a bombardare la città e la cattedrale di Nancy. In Belgio nulla di nuovo, ma in Polonia, in Galizia ed in Bucovina i russi avanzano. In Mesopotamia gli inglesi hanno battuto i turchi ed ora minacciano Bagdad. Sui mari nulla di importante. Una squadra giapponese verrà nel Mediterraneo a cooperare alla difesa del canale di Suez. Grecia e Romania sono sempre neutrali ma la Svezia ha fatto capire che è stanca della Germania e che, se sarà il caso, interverrà a fianco della Quadruplice”.

Ed a Cernobbio…
Insieme alle partenze si susseguono a Cernobbio anche i ritorni dal fronte per i periodi di licenza nonché le lettere inviate dai soldati. Questo è il tenore di un testo inviato al settimanale l’Araldo dal fronte dell’Isonzo: “Da due mesi da che mi trovo qui al fronte ti posso dire che la musica del cannone mi è diventata tanto famigliare da distinguere perfettamente la voce dei diversi pezzi, come si trattasse delle campane del mio paese; le peripezie della guerra non mi fanno più sorpresa poiché mi sono abituato e come si usa dire ci ho fatto l’osso. Benché si sia sempre in ansia per le nostre operazioni di avanzata e per le continue sorprese del nemico, pure il buon umore non manca (…)”.
Questo invece il contenuto di un’altra lettera un po’ più amaro: “Di ritorno al fronte dopo i 15 giorni di licenza, mentre ringrazio di tutto cuore le gentili persone che mi furono larghi di premure e di aiuto, devo dirti che non mi sarei creduto di trovare ancora nel nostro Cernobbio iscrizioni tedesche. Invece… E’ doloroso che noi qui ci battiamo, e qualcuno si muore per scacciare il nemico, mentre invece nei nostri posti vi sono ancora esercenti che sui loro negozi espongono iscrizioni tedesche. Non comprendono quei signori di far cosa anti-italiana, e che i primi a ridere di loro, e… di noi saranno gli stessi tedeschi quando a guerra finita ritorneranno a visitare il nostro bel lago e constateranno che noi abbiamo tollerato per tutta la durata della guerra iscrizioni nella loro lingua. Credo che a Berlino ed a Vienna nessuna iscrizione italiana sarebbe tollerata e perciò sarà bene che anche a Cernobbio si tolga uno sconcio che doveva essere stato tolto prima di ora”. Così la redazione dell’Araldo risponde alla missiva: “Chi scrive questa lettera ha perfettamente ragione; purtroppo a Cernobbio fanno ancora bella mostra in pubblico parecchie iscrizioni tedesche, a noi che ben conosciamo i sentimenti patriottici dei vari esercenti i quali le tengono esposte, non dubitiamo che loro stessi saranno i primi a riconoscere l’errore ed a provvedere a farle togliere”.

La guerra c’è ma la vita continua…
In questi giorni è stato ultimato il completo disarmo del piroscafo “Vittoria” che dopo aver solcate le cerulee acque del lago per oltre cinquantasei anni, ora scompare ed il vecchio suo scafo sarà adibito a barcaccia di deposito materiale. Prenderà il suo posto nella flotta lariana un nuovo piroscafo ad elica della portata di 550 passeggeri varato in questi giorni, che porterà il nome di “Bellagio” e che sarà gemello del piroscafo “Milano”. Anche il ferry boat “Spluga” fu completamente trasformato e rimodernato così che sarà adibito al servizio merci”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...