Pyeongchang 2018: ecco otto gli alfieri della nostra Diocesi in Corea per i Giochi Olimpici invernali al via il 9 febbraio

Tutto è ormai pronto e nel momento in cui avrete in mano queste pagine mancheranno soltanto alcuni istanti prima che si aprano ufficialmente le Olimpiadi invernali 2018 in quel di Pyeongchang, in Corea del Sud. L’auspicio è che, nei diversi sport in cui è presente, l’Italia possa farsi onore. Dopo tutto le chance di ben figurare, soprattutto in alcune discipline, ci sono. Dei venti atleti lombardi che compongono la delegazione azzurra a questi Giochi Olimpici della neve, otto sono nati nel territorio della Diocesi. Vediamo di scoprire chi sono e quali sono le loro possibilità di medaglia. Una rappresentante del territorio lariano è la pattinatrice Anna Cappellini (di Como, 1987) che si cimenterà nel pattinaggio ritmico insieme a Luca Lanotte con il quale, nel 2014, ha conquistato il titolo iridato a Saitama nel 2014. Un successo mondiale che ha rappresentato l’apice di una carriera costellata di soddisfazioni anche a livello continentale. Anna è sposata con un altro azzurro del mondo del ghiaccio, Ondrej Hotarek, e l’auspicio in Sud Corea è ben figurare e magari riuscire a fare il “colpaccio olimpico”.

Visto che la matematica non è un’opinione, sette sono gli atleti nati in Valtellina. Iniziamo dai due che si cimenteranno nello sci di fondo. Mirco Bertolina e Maicol Rastelli (ambedue classe ‘91) sono nati a Sondalo. Per Bertolina è il fondo è una passione condivisa, da sempre, con gli amici e in particolare con i cugini della famiglia Clementi. Lo Sci Club Alta Valtellina gli ha dato la possibilità di disputare le prime gare, durante la scuola elementare, che gli hanno permesso di incontrare Manuela Di Centa. Ultimo nato di 5 fratelli, dopo aver perso il papà da giovane ha fatto dell’attaccamento familiare l’altro motivo di vita, dedicandosi anche alle attività agricole portate avanti dal genitore. Maicol Rastelli ha iniziato a sciare a 4 anni ed è soprannominato “faina” per la sua arguzia. Ha conquistato il primo podio in Coppa del Mondo a Drammum nel 2014, dopo un percorso di crescita vissuto tra allenamenti e sacrifici. Determinato e tenace, è considerato uno dei più luminosi talenti azzurri della disciplina.

Thomas Bormolini (nato a Sondalo, classe ‘91) gareggerà nel biathlon, disciplina scoperta grazie al fratello maggiore, Luca. Testimonial di Livigno e viene apprezzato dai compagni per la sua capacità di affrontare ogni situazione con il sorriso.

Ben quattro sono, infine, i rappresentanti nello short track, il pattinaggio velocità su pista corta, sport nato a queste latitudini dove i padroni di casa vorranno sicuramente “dettare legge”. Unico maschio è il veterano

Yuri Confortola (nato a Bormio nel 1986), presente in Coppa del Mondo fin dal 2004. Un grave infortunio, con la relativa rottura di tibia e perone, avvenuto a Quebec (Canada) nel 2010 lo ha tenuto fuori dalla pista per 11 mesi, senza scalfirne l’indomita passione che è il suo tratto distintivo. Tra le ragazze figurano invece Lucia Peretti (classe ‘90, nata a Sondalo), simpatica ma discreta, apprezzata per la sua riconosciuta capacità di saper far squadra, grazie alle sue doti relazionali e umane; Martina Valcepina (Sondalo, ‘92), salita ai Giochi di Sochi 2014 sul podio olimpico – nella staffetta – alla sua seconda esperienza a cinque cerchi, proprio mentre scopriva di essere incinta di due gemelle. Oggi Camilla e Rebecca sono le sue prime tifose di un’ambizione che non si è mai spenta; ed Arianna Fontana (classe ‘90 di Berbenno), indiscussa regina azzurra dello short track. Con i cinque cerchi ha un rapporto privilegiato: a Torino 2006, a 15 anni e 10 mesi, divenne la più giovane medagliata italiana nella storia dei Giochi Invernali vincendo il bronzo nella staffetta 3000 metri. E’ finita consecutivamente sul podio anche nelle successive due edizioni olimpiche, diventando una stella di prima grandezza nel firmamento mondiale. Sposata con l’ex azzurro Anthony Lobello, Arianna sarà la portabandiera italiana alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi invernali.

Questi i protagonisti di Pyeongchang che arrivano dal nostro territorio. Vedremo se la terra coreana saprà essere il giusto palcoscenico per le loro aspirazioni di medaglia e gloria olimpica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...