La Svizzera cede 58milioni di ristorni all’Italia ma dalla zona di confine gli imprenditori inseguono l’obiettivo di emigrare

frontalieriPubblicato su “Il Settimanale della Diocesi di Como” del 9 novembre 2013

Oltre 58 milioni di franchi. A tanto ammonta la compensazione finanziaria per il 2012 approvata dall’annuale riunione bilaterale italo-svizzera che a Roma si è svolta in ottemperanza all’articolo 5 dell’Accordo del 1974 sull’imposizione fiscale dei lavoratori frontalieri italiani. Continua a leggere

Annunci

Autunno caldo sul confine

doganaPubblicato su “Il Settimanale della Diocesi di Como” N° 36 del 28 settembre 2013

Non è certo un periodo di rapporti sereni, questo, per i lavoratori e l’economia frontaliera. Gli attacchi da una parte e dall’altra del confine, infatti, si susseguono. Continua a leggere

Regio Insubria: sfide ed opportunità della grande mobilità

P1020785Regio Insubrica: sfide ed opportunità della grande mobilità
Sabato 5 ottobre 2013
Accademia Architettura, Università della Svizzera Italiana – Palazzo Canavée – Mendrisio (CH)

 

Il convegno tratta una tematica di contingente attualità che interessa il territorio dell’Insubria, in particolare modo il Canton Ticino e le Province di Como e Varese. Continua a leggere

Il Consiglio di Stato incontra il Presidente della Regione Lombardia

stemma-cantone-ticinoDando seguito all’invito formulato negli scorsi mesi dal Consiglio di Stato, il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni sarà ospite a Palazzo delle Orsoline mercoledì 18 settembre, accompagnato da una delegazione della Giunta regionale e da alcuni collaboratori. Continua a leggere

Caso TILO: l’assessore Del Tenno chiederà spiegazioni al Canton Ticino

Albate Camerlata (16)“Mercoledì prossimo incontrerò, insieme al presidente Maroni, una delegazione del Canton Ticino e l’occasione mi permetterà anche di chiedere spiegazioni alla Svizzera in merito alla decisione di sopprimere il servizio S 10 (Bellinzona-Albate)”. Continua a leggere

Imprese italiane in Svizzera: una corsa che non sembra conoscere sosta

viewerE’ un fenomeno ormai all’ordine del giorno nel comasco: la corsa delle ditte italiane ad aprire una loro attività in Svizzera. Ne stanno discutendo, tra gli altri, il Tavolo della Competitività, la Camera di Commercio, la Commissione per le questioni italo-svizzere di Regione Lombardia. In effetti, da inizio anno, sono state ben 16’767 (+3% rispetto l’anno scorso) le ditte iscritte al Registro di Commercio della Repubblica e Cantone Ticino nel primo trimestre del 2013. Continua a leggere

Linea Mendrisio-Varese: per l’Italia l’apertura slitterebbe al 2015

il progettVenerdì 7 giugno si è svolto un incontro tra il Comitato di coordinamento italo-svizzero per il nuovo collegamento FMV tenutosi a Milano. Il Governo del Canton Ticino, rappresentato dal Dipartimento del territorio, e le Ferrovie Federali Svizzere e Ufficio federale dei trasporti sono stati aggiornati sullo stato di avanzamento dei lavori della nuova lineaferroviaria sul lato italiano. A seguito delle criticità segnalate nel corso della seduta del mese di aprile, ed emerse per problemi legati in particolare alla gestione del materiale di risulta, in questi mesi vi è stato un forte rallentamento del cantiere sul versante italiano. Rete ferroviaria italiana, committente dell’opera, ha comunicato ai partner svizzeri che il ritardo accumulato sino ad oggi non consente più di garantire l’attivazione della nuova tratta ferroviaria per la data concordata tra le parti, ossia dicembre 2014. Da parte italiana sono in corso a tutti i livelli istituzionali e tecnici sforzi importanti per rendere possibile l’attivazione completa della linea in vista dell’Esposizione Universale Expo 2015. Continua a leggere