Inaugurato il tratto ferroviario Mendrisio-Stabio. Dal 15 dicembre ad Albate-Camerlata tornano i TILO della nuova linea di confine

130612_Fermata_Stabio_binari1Tra pochi giorni sarà attivo il nuovo collegamento trasfrontaliero ferroviario TILO S40 che collegherà le stazioni di Albate-Camerlata, via Mendrisio, a Stabio,  con soste anche alle stazioni di Como S. Giovanni, Chiasso e Balerna. La scorsa settimana, infatti, è stato inaugurata la nuova linea ferroviaria Mendrisio–Stabio che assicurerà questo collegamento durante gli orari di punta del mattino e della sera, domeniche escluse. L’entrata in vigore di questo nuovo tronco, parte della linea che in futuro dovrebbe arrivare fino a Varese, comporterà anche l’introduzione di nuove coincidenze a Mendrisio che consentono alle autorità elvetiche di continuare nella politica di potenziamento dell’offerta di servizio di trasporto pubblico quale risposta efficace agli annosi problemi creati dal traffico privato sulle arterie di confine del Canton Ticino. Dopo tante polemiche lo storico scalo di Albate-Camerlata sulla direttrice ex Trenitalia per Milano torna, dunque, ad essere capolinea grazie a queste nuove corse che, è bene ribadirlo, sono diventare realtà grazie ad un sostanzioso finanziamento economico assicurato dalla Svizzera. Del resto TILO ha sempre considerato il bacino di utenza del Comasco particolarmente significativo.

Mercoledì 26 novembre scorso, alla cerimonia di inaugurazione della linea, come già sottolineato purtroppo giustamente definita incompleta fin quando non si chiarirà cosa accadrà sul lato italiano (l’unico dato certo è che i lavori per la costruzione del collegamento Stabio-Arcisate dovranno essere affidati a una nuova impresa con una nuova gara d’appalto e quindi i tempi per l’entrata in vigore del servizio complessivo sono destinati ad allungarsi a dismisura), sono intervenuti esponenti di primo piano nel mondo politico della Confederazione Elvetica. Tra questi Toni Eder, vicedirettore dell’Ufficio federale dei trasporti, e Philippe Gauderon, Direttore di FFS Infrastruttura e membro della direzione del Gruppo FFS che ha ribadito come “L’apertura di una nuova linea è sempre un fatto storico. In Ticino l’ultima inaugurazione risale alla galleria del San Gottardo nel 1882”.

Como rischia dunque di perdere il treno?

trenordLe infrastrutture di collegamento tra Italia e Svizzera e lo stanziamento di 1,5 milioni di euro per garantire i collegamenti lungo la direttrice Milano-Como-Chiasso. Questi i principali temi dell’incontro tra l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Maurizio Del Tenno e il nuovo Consigliere di Stato del Canton Ticino Claudio Zali. Continua a leggere

Mendrisio-Stabio: sabato porte aperte al cantiere

Al lavoro sul nuovo tracciato

Al lavoro sul nuovo tracciato

Sabato 14 settembre 2013, dalle ore 09.00 alle 17.00, il cantiere della FMV tra Mendrisio e Stabio apre le porte ai visitatori. A poco più di un anno dal termine dei lavori la popolazione ha la possibilità di visitare i diversi manufatti e lo stato di avanzamento delle opere ferroviarie.Sabato 14 settembre 2013, il cantiere sul lato svizzero apre le porte ai visitatori. Gli ospiti hanno la possibilità di viaggiare a bordo del treno a vapore del Club del San Gottardo da Mendrisio fino a Stabio lungo i binari della futura linea. Continua a leggere

Soppressione temporanea servizio S10 tra Chiasso e Albate Camerlata

Albate Camerlata (16)Per tre settimane, da domenica 4 agosto a domenica 25 agosto 2013, ci sarà una modifica della circolazione della linea S10 in territorio italiano. La S10 circolerà unicamente in territorio svizzero, non servirà quindi le fermate di Como San Giovanni e Albate-Camerlata. Continua a leggere

Barometro mediatico delle ferrovie comasche / 2

Albate Camerlata (16)Sono giorni di grande fermento mediatico sul tema trasporti e ferrovie a livello locale.  Vediamo di fare un breve riassunto di quanto accaduto in quest’ultima settimana. Continua a leggere

Como perde il treno per l’Europa, che novità

Como SG (21)La Svizzera declassa la stazione di Como San Giovanni. E non è una novità. Lo abbiamo detto e scritto a più riprese. Domenica 23 giugno ci è arrivato anche il quotidiano “La Provincia” riprendendo il famoso documento in cui le FFS fissano una rivoluzione oraria per giugno 2014. Continua a leggere

FFS e Trenitalia rafforzano il traffico Italia – Svizzera

Treno regionaleNuovi servizi, nuovi convogli, orari più funzionali. I CEO delle FFS e di FS hanno firmato oggi, alla stazione centrale di Zurigo, un nuovo accordo che regola la collaborazione tra le due aziende per i prossimi dieci anni. Trenitalia e le FFS lavoreranno insieme per migliorare e ampliare progressivamente i servizi alla clientela, innalzando così gli standard qualitativi. Continua a leggere

Mendrisio-Stabio…a che punto siamo?

Traffico ferroviario alla stazione di Mendrisio

Traffico ferroviario alla stazione di Mendrisio

Un famoso adagio dice: “Puntuale come un orologio svizzero”. In effetti, dando un’occhiata a quanto sta succedendo sulla direttrice Mendrisio-Stabio della futura linea che porterà a Milano Malpensa non si può dare tutti i torti al pensiero popolare. Il cantiere, infatti, procede secondo cronoprogramma. La stessa cosa, lo sappiamo bene, non sta accadendo al di qua del confine… e i media ticinesi si crogiolano a mettere il “dito nella piaga”. In ogni caso questa mattina le FFS hanno illustrato lo stato di avanzamento dei lavori nei punti più significativi della futura linea transfrontaliera. Continua a leggere

Linea Mendrisio-Varese: per l’Italia l’apertura slitterebbe al 2015

il progettVenerdì 7 giugno si è svolto un incontro tra il Comitato di coordinamento italo-svizzero per il nuovo collegamento FMV tenutosi a Milano. Il Governo del Canton Ticino, rappresentato dal Dipartimento del territorio, e le Ferrovie Federali Svizzere e Ufficio federale dei trasporti sono stati aggiornati sullo stato di avanzamento dei lavori della nuova lineaferroviaria sul lato italiano. A seguito delle criticità segnalate nel corso della seduta del mese di aprile, ed emerse per problemi legati in particolare alla gestione del materiale di risulta, in questi mesi vi è stato un forte rallentamento del cantiere sul versante italiano. Rete ferroviaria italiana, committente dell’opera, ha comunicato ai partner svizzeri che il ritardo accumulato sino ad oggi non consente più di garantire l’attivazione della nuova tratta ferroviaria per la data concordata tra le parti, ossia dicembre 2014. Da parte italiana sono in corso a tutti i livelli istituzionali e tecnici sforzi importanti per rendere possibile l’attivazione completa della linea in vista dell’Esposizione Universale Expo 2015. Continua a leggere