Tutela dell’ambiente e infrastrutture: come è difficile la convivenza

pedemontanaPubblicato su “Il Settimanale della Diocesi di Como” del 16 novembre 2013

Rispetto dell’ambiente e infrastrutture. Un binomio che ha sempre trovato difficoltà nell’essere concretamente applicato. Recenti esempi locali, all’ordine del giorno dei lavori del Consiglio Regionale, riguardano il cantiere per la realizzazione dell’autostrada Pedemontana tra i Comuni di Lazzate, Cermenate, Bregnano e Lomazzo e quello della linea ferroviaria Arcisate-Stabio. Due storie completamente diverse che sembrano inoltre accomunate da finali diametralmente opposti. Continua a leggere

Annunci

Le priorità per il comasco nel dossier “Crescere si può, si deve”

viewerPubblicato su “Il Settimanale della Diocesi di Como” – nr. 15 del 13 aprile 2013

Il 27 marzo scorso è iniziato, a Milano, il lavoro del nuovo Consiglio Regionale, risultato delle votazioni che si sono svolte il 24 e 25 febbraio scorsi. Il nuovo Presidente di Regione Lombardia, Roberto Maroni (Lega Nord), dopo aver “assemblato” la sua giunta nella quale figura anche l’ex pluricampione olimpico di canoa, il lecchese Antonio Rossi, si appresta quindi ad iniziare un lungo e complesso lavoro alla guida di un territorio che sta accusando gli effetti del drammatico periodo economico che stiamo attraversando. Como non rappresenta certo un’eccezione in questo contesto e inizia a manifestare anche una certa “sofferenza” verso il Pirellone. Continua a leggere

Nuovo terminale ferroviario a Como? Ma la Svizzera si è impegnata per uno a Milano

Veduta del centro intermodale dell'HUPAC a Gallarate

Veduta del centro intermodale dell’HUPAC a Gallarate

In questi ultimi mesi quando si parla di infrastrutture e progetti tra Italia e Svizzera sovente si fa riferimento agli accordi sottoscritti dalle due nazioni lo scorso 19 dicembre nei settori dell’energia, delle infrastrutture e dei trasporti. Si tratta di due memorandum of understanding firmati a Berna dal ministro dello Sviluppo economico, delle Infrastrutture e dei Trasporti, Corrado Passera, e dalla consigliera federale dell’Ambiente, dei Trasporti, dell’Energia della Confederazione Svizzera, Doris Leuthard.   Continua a leggere

Le infrastrutture del futuro in Regione Lombardia – 2)

tralomb_new41L’Italia vive il paradosso di avere una dotazione infrastrutturale non adeguata agli standard dei principali Paesi europei (Banca d’Italia stima per il nostro Paese uno “svantaggio” di circa il 15% rispetto a Germania e Regno Unito), pur avendo dedicato agli investimenti infrastrutturali una quota del PIL sostanzialmente in linea con il resto d’Europa. Continua a leggere

Le infrastrutture del futuro di Regione Lombardia – 1) Introduzione

trenordPotenziare il trasporto pubblico su ferro, concludere le opere già iniziate e avviare una profonda riflessione su come realizzare le infrastrutture nel futuro prossimo. Il tutto nell’ottica della “frugalità”, vera e propria parola d’ordine nella programmazione dei cantieri nei prossimi anni. Sono questi gli scenari descritti dall’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Andrea Gilardoni, intervenuto in Bocconi a un convegno, durante il quale è stato presentato lo studio ‘Le infrastrutture del futuro’. Realizzata dall’Assessorato regionale, sia a livello regionale che nazionale, la ricerca mette a fuoco sei ambiti infrastrutturali fondamentali (viabilità, ferrovie, aeroporti, logistica, utilities, telecomunicazioni), raccogliendo idee e contributi offerti da operatori e studiosi in vari comparti del Paese. Nel dettaglio presenteremo, sinteticamente nei prossimi giorni, i capitoli che maggiormente interessano il nostro territorio e dedicati allo sviluppo infrastrutturale viario, ferroviario e lacustre (navigazione).