– Aneddoti, curiosità e personaggi in settant’anni di passione per il mondo delle corse. I ricordi e le emozioni di un “ferrarista” di lungo corso

Anello MonzaDella sua attività e della sua presenza in Africa, in Uganda in particolare, ne ha parlato a più riprese anche il nostro Settimanale ed il suo nome è conosciuto in tutta la Diocesi, ed oltre. Soprattutto per i parrocchiani di Prestino, ed in modo particolare per gli adulti di oggi che negli anni ’80 frequentavano le locali scuole elementari, ora primarie, i suoi racconti, le sue diapositive, le sue testimonianze hanno permesso di svelare, anche nella loro drammaticità, quel volto dell’Africa che la lettura di libri o di articoli di giornale, per non parlare delle immagini televisive, tende a rendere molto ovattato. Ma nella vita di Serafino Cavalleri da Prestino, alla soglia degli 80 anni di età, c’è anche una grande passione sportiva, nata quando era ragazzo e rimasta immutata nel corso degli anni. E’ quella per il mondo dei motori, delle corse, dell’automobilismo e della Ferrari in particolare. Certo è che se tutto lo sport è profondamente cambiato dall’immediato dopoguerra ad oggi, l’automobilismo ed il motociclismo hanno assunto caratteristiche inimmagibili solo qualche decennio fa. Ecco, quindi, che ripercorrere insieme a lui tanti lustri di passione verso il mondo delle corse è paragonabile ad un viaggio nella memoria di uno sport, che anche in questo caso, non c’è più. Continua a leggere

Annunci