La Svizzera cede 58milioni di ristorni all’Italia ma dalla zona di confine gli imprenditori inseguono l’obiettivo di emigrare

frontalieriPubblicato su “Il Settimanale della Diocesi di Como” del 9 novembre 2013

Oltre 58 milioni di franchi. A tanto ammonta la compensazione finanziaria per il 2012 approvata dall’annuale riunione bilaterale italo-svizzera che a Roma si è svolta in ottemperanza all’articolo 5 dell’Accordo del 1974 sull’imposizione fiscale dei lavoratori frontalieri italiani. Continua a leggere

Annunci