L’insaziabile fame di Crono

ReaSu tutto, dunque, regnava Gea con il figlio e sposo Urano. Da molto tempo i due dominavano l’universo, quando Urano pensò di relegare nei più profondi recessi della terra i suoi primi sei figli, i Ciclopi e gli Ecatonchiri. Oltre all’orrore questi gli ispiravano anche una inconscia paura. Gea, loro madre, però fu profondamente ferita da questa decisione ed aizzò contro il padre gli altri dodici figli, i Titani i quali rimasero però titubanti. Con una sola eccezione: Crono, il più giovane, orgoglioso e ribelle. Questi si disse pronto, per liberare i prigionieri, a usare contro Urano un falcetto d’acciaio che Gea stessa aveva fabbricato e acquistare in tal modo la supremazia sui fratelli maggiori. Continua a leggere