Trenord: per la Giunta regionale un progetto valido da 14 linee soggette a bonus

trenord-trenoCon il rinnovo del contratto di servizio di Trenord fino al 2020 si è voluto dare stabilità e continuità ai progetti strategici previsti per migliorare il servizio di trasporto ferroviario regionale. Lo ha dichiarato l’assessore regionale ai Trasporti Maurizio Del Tenno intervenuto ieri in Aula per rispondere ad un’interrogazione presentata dal PD che chiedeva conto dei motivi per i quali la Giunta ha deciso di proseguire con un progetto che fino ad oggi non ha dato significativi risultati in termini di efficienza e qualità. Continua a leggere

Annunci

Tagli ai treni regionali dal 2016 sulla linea Chiasso-Milano (nuovi treni merci 800 al giorno) dal Gottardo

Logo_AlptransitIl gruppo di interesse su internet “Italia pendolare” lancia l’allarme in vista di Alptransit, anche se con previsioni che andrebbero esattamente controcorrente rispetto a quanto affermato anche la scorsa settimana nel corso di un convegno ospitato dalla Camera di Commercio di Varese. In ogni caso questo è il messaggio divulgato in rete agli iscritti: “Con buona pace dei pendolari e di chi ha il letto sopra la gallerie o nelle case lungo i binari di tutta la Brianza: la linea Milano- Como- Chiasso diventerà una Tav a prevalenza merci, collegata alla galleria svizzera del Gottardo (progetto elvetico Alptransit). A regime, su questalinea veloce è previsto il transito di 220, 250 e dal 2018 800 convogli nell’arco delle 24 ore, vale a dire più di 10 all’ora, per la maggior parte composti da carrelli portacontainer e porta-semirimorchi. Convogli lunghi fino a 800 metri, con un ingombro di 4 metri in altezza e un carico medio che supera le 2mila tonnellate. Non sta mica scherzando il Gruppo di lavoro su mobilità e trasporto pubblico Monza e Brianza del Comitato San Fruttuoso 2000. I nuovi treni comporteranno tagli ai convogli regionali già dal 2016”.

 

 

Arcisate-Stabio: i lavori ripartono…fino a quando?

il progett“Dalla prossima settimana il cantiere della tratta ferroviaria Arcisate Stabio riaprirà e riprenderanno i lavori”. Lo ha comunicato l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità al termine di un sopralluogo al cantiere avvenuto alla presenza del Presidente della Provincia di Varese, dei sindaci dei Comuni interessati dall’opera e dei rappresentanti di RFI e dell’impresa appaltatrice.  Continua a leggere

Ferrovie, 108 incidenti nel 2012

em_treno1Migliorare la sicurezza ferroviaria attraverso maggiore manutenzione. E’ questo il dato più significativo emerso dalla Relazione sulla sicurezza delle ferrovie nel 2012. Infatti La carente o errata manutenzione dei binari o dei treni è stata nel 2012 la causa o la concausa del 39% degli incidenti gravi legati agli aspetti tecnologici del trasporto ferroviario, come i deragliamenti o le collisioni. Continua a leggere

Per le ferrovie europee un miliardo di euro in 6 anni

526818_4938424307661_59311973_nAumentare la capacità di trasporto e l’affidabilità del sistema ferroviario europeo a fronte del previsto incremento della domanda di traffico passeggeri e merci, nonché accrescere la competitività del settore nei confronti dei concorrenti asiatici: sono questi gli obiettivi di Shift2rail, il documento presentato da Anie/Assifer, l’associazione che rappresenta l’industria ferroviaria italiana. Continua a leggere

Infrastrutture lombarde: Como ai margini

SettPubblicato sul “Il Settimanale” nr. 13/14 del 29 marzo 2013

Potenziare il trasporto pubblico su ferro, concludere le opere già iniziate e avviare una profonda riflessione su come realizzare le infrastrutture nel futuro prossimo. Il tutto nell’ottica della “frugalità”, vera e propria parola d’ordine nella programmazione dei cantieri lombardi nei prossimi anni. Sono questi gli scenari descritti dallo studio ‘Le infrastrutture del futuro’ realizzato dall’Assessorato regionale alle Infrastrutture e Mobilità che, a livello regionale e nazionale, ha messo a fuoco sei ambiti infrastrutturali fondamentali (viabilità, ferrovie, aeroporti, logistica, utilities, telecomunicazioni), raccogliendo idee e contributi offerti da 31 tra realtà economiche impegnate nel settore dei trasporti, della mobilità, dell’energia, della comunicazione nonché da operatori e studiosi in altri comparti, attenzione dell’ambiente inclusa. Continua a leggere